Epilazione definitiva: laser o luce pulsata?

Anche tu sei stanc* delle solite soluzioni veloci ma non definitive come cerette, rasoi e creme depilatorie?

Sempre più all’avanguardia sono le tecniche di epilazione definitiva. I peli, soprattutto per le donne, possono diventare davvero un problema, per questo si ricorre spesso alla soluzione di toglierli definitivamente.

Il laser e la luce pulsata sono i due metodi per l’epilazione definitiva, in grado di rimuovere il pelo permanentemente – o quasi.

Entrambe le procedure possono essere eseguite nei centri medici e nei centri estetici in diverse sedute.

Tenete a mente che le attrezzature utilizzate nei centri medici sono più potenti rispetto a quelle usate nei centri estetici, dunque il trattamento avrà una tempistica dipendente dal centro scelto.

Non prendete in considerazione le attrezzature per l’epilazione definitiva ad uso domestico, in quanto hanno una potenza piuttosto minima. Il loro uso, dunque, potrebbe sì assottigliare i peli e diradarli ma non toglierli definitivamente.

Laser e luce pulsata a confronto

Entrambe le procedure distruggono il pelo utilizzando l’energia luminosa trasformata in calore attraverso l’uso di un manipolo sulla pelle – previo uso anche di un gel.

La differenza sta nella lunghezza d’onda: la luce pulsata emette tutte le lunghezze d’onda, quindi diversi tipi di luce, che vengono tagliate da alcuni filtri appositi in base all’uso; mentre il laser emette un solo tipo di luce, ovvero un’unica lunghezza d’onda, che viene assorbita dalla melanina presente nel bulbo pilifero.

Il numero di sedute da effettuare, infatti, dipende proprio da questo: emettendo un’unica lunghezza d’onda, la soluzione con il laser consentirà di finire il trattamento in otto sedute per le donne e dodici per gli uomini. Il vantaggio dell’epilazione laser è, quindi, la velocità. Più il pelo è scuro e spesso, inoltre, più il trattamento avrà efficacia. Per questo motivo, l’epilazione laser è adatta ai peli delle ascelle e inguine.

Entrambe le procedure devono essere effettuate su un tipo di pelle pulita e depilata. Chi si sottopone a una delle due procedure, infatti, dovrà far crescere i peli nella zona dell’epilazione nelle quattro settimane precedenti al trattamento e procedere alla depilazione due giorni prima solo con rasoio, da evitare cerette e depilatori elettronici.

Finita la seduta, viene applicata sulla pelle una crema lenitiva e bisognerà evitare l’esposizione al sole nelle quattro settimane consecutive al trattamento.

Per questo motivo è meglio effettuare il trattamento nelle stagioni fredde dove l’esposizione al sole è nulla.

In ogni caso, il consiglio è sempre quello di affidarsi a mani esperte e cercare sempre un centro estetico riconosciuto e certificato.

Tempistiche

Le procedure hanno una durata che può variare dai 15 minuti alle 4 ore.

La tempistica dipende dal tipo di pelle e dal quantitativo di peli sul quale agire: infatti, ogni impulso del laser agisce su una superficie di circa due centimetri quadrati.

Costi

I costi dell’epilazione variano dai 30 ai 50 a seduta per le zone più ridotte, come inguine, baffi e ascelle, e 80-100 euro per le parti più estese, come gambe e braccia, a seconda del macchinario utilizzato.

Il prezzo finale dipende dal numero di sedute complessivo concordato con il medico estetico o l’estetista per ottenere risultati soddisfacenti: per l’epilazione con la luce pulsata sono necessarie più sedute – quindici/venti per la donna, mentre per l’uomo non si sa se si riuscirà a raggiungere l’effetto sperato -: contenendo un fascio di lunghezze d’onda differenti in cui è contenuta anche quella per l’epilazione, la luce pulsata non consente l’impiego di potenze elevate, perché la luce prodotta viene assorbita anche dalla pelle, con il rischio di scottature.

Vantaggi e svantaggi

Entrambe le tecniche di depilazione non sono indicate a chi ha poco contrasto tra peluria e carnagione, ovvero peli chiari su pelle chiara o peli medio-scuri su carnagione scura ecc., considerati i rischi di depigmentazione cutanea. Per questo stesso motivo è meglio evitarla anche su pelle abbronzata.

Inoltre, in presenza di disfunzioni ormonali, nei, cicatrici e terapie orali a base di corticosteroidei o antibiotici ad alto dosaggio, prima di sottoporti al trattamento è bene consulta il proprio medico per evitare di incorrere in spiacevoli conseguenza come macchie cutanee, eritemi o ottenere un effetto solo temporaneo della diminuzione dei peli.

Per chi, invece, avesse dei tatuaggi nella zona da trattare è consigliato evitare di toccarli, scongiurando il rischio di scolorirli.

È sconsigliata, inoltre, alle donne in gravidanza o in allattamento.

Anche se vengono definite soluzioni definitive, in realtà non lo sono completamente: entrambe le tecniche riescono a rimuovere circa l’80% dei peli sulla pelle. La parte restante sarà composta da peletti chiari e sottili che sarà possibile trattare con poche sedute di mantenimento.

Tuttavia, entrambe sono tecniche utili in caso di situazioni particolari, come follicolite e idrosadenite causati da frequenti rasature o a causa di una pelle troppo sensibile per la ceretta.

Si riducono anche gli aloni scuri di natura ormonali presenti in zone poco esposte alla luce solare, come l’inguine o la zona ascellare.

Infine, né l’epilazione con la luce pulsata né l’epilazione laser provocano dolore durante il trattamento. La sensazione che si avrà sarà quella di un pizzicotto in seguito al quale si sentirà un leggero bruciore sulla pelle.

Nelle zone più delicate, inoltre, il medico estetico o l’estetista applicano solitamente una crema anestetica per ridurre la sensazione di bruciore.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • chat
    Aggiungi un commento

    Social Media

    Altre news

    Non perderti nulla

    Iscriviti alla nostra Newsletter

    Notizie, aggiornamenti e tanti strumenti utili per la tua Azienda.

    On Key

    Related Posts

    Ceretta all’inguine: ad ognuno la sua

    Uno dei trattamenti estetici più richiesti dalle donne e al contempo uno dei meno piacevoli è la ceretta all’inguine. Richiestissima soprattutto nel periodo estivo, ha