Igienizzare e sanificare la propria casa in poche semplice mosse

Con la fase 3 Covid 19, si è tornati alla quasi normalità. Gli affetti possono finalmente tornare a trovarci a casa, ma il contagio non è ancora escluso. Di seguito una semplice e funzionale guida per minimizzare il rischio e sanificare la propria casa in modo semplice ma soprattutto veloce.

Step 1: scegliere i prodotti più adatti alla sanificazione

Per una corretta igienizzazione e sanificazione della casa la prima cosa da fare è la scelta dei prodotti igienizzanti. Mai come adesso sapone, gel igienizzanti, alcool e candeggina sono i principali alleati delle casalinghe.

Ma, se vi trovaste sprovvisti di questi prodotti e aveste urgente bisogno di sanificare una zona della casa o un oggetto, non c’è bisogno di allarmarsi: oltre ai disinfettanti chimici, un prodotto che sicuramente è presente nelle vostre case utile per la pulizia è l’aceto.

Tenete, tuttavia, presente che i prodotti igienizzanti non sono adatti a tutte le superfici. Ad esempio, l’aceto è adatto a pulire superfici come quelle del frigorifero. Non adatta la candeggina che, entrando in contatto con gli alimenti, potrebbe contaminarli, rivelandosi pericolosa.

Attenzione, inoltre, a prodotti quali le spugne o gli stracci per pulire: sarebbe meglio usare quelli usa e getta. Se si vogliono però evitare sprechi è possibile usare spugne e stracci finché i residui di sporco formatisi sopra non si siano tolti. Per riutilizzare una spugna o uno straccio è buona abitudine sciacquarlo di frequente o lasciarli in un secchio a mollo con un disinfettante.

Step 2: utilizzare i giusti strumenti per igienizzare

pulizia igienizzazione casa

Dopo aver accuratamente scelto i prodotti per la sanificazione, bisogna scegliere gli strumenti. Sicuramente adatta un aspirapolvere – di almeno 700 Watt con filtro Hepa 14 – ma da non dimenticare la buon vecchia scopa. Questi strumenti sono utili per la pulizia dei pavimenti, in particolare per togliere il primo strato di sporco. Per ultimare l’igienizzazione, è buona norma far succedere all’uso dell’aspirapolvere o della scopa il lavaggio delle superfici con stracci e mocio.

Da non sottovalutare, il vapore: le elevate temperature sono in grado di eliminare qualsiasi tipo di virus. Si potrebbe procedere prima con una fase di sgrassatura della casa e ultimarla utilizzando il vapore: in questo modo si otterrà una sanificazione e un’igienizzazione più che profonda.

Step 3: procedura di sanificazione

Spring cleaning concept with supplies on wooden table

Avendo prodotti e strumenti, si può procedere finalmente alla pulizia.

Oltre alla pulizia dei pavimenti e delle superfici piane come tavoli e scrivanie e superfici come finestre e vetri, bisogna sanificare e igienizzare attentamente soprattutto pulsanti, tasti, manopole, maniglie e telecomandi: questi, infatti, costituiscono il miglior nido di germi e virus di rapida trasmissione a mani e viso.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • chat
    Aggiungi un commento

    Social Media

    Altre news

    Non perderti nulla

    Iscriviti alla nostra Newsletter

    Notizie, aggiornamenti e tanti strumenti utili per la tua Azienda.

    On Key

    Related Posts

    Ceretta all’inguine: ad ognuno la sua

    Uno dei trattamenti estetici più richiesti dalle donne e al contempo uno dei meno piacevoli è la ceretta all’inguine. Richiestissima soprattutto nel periodo estivo, ha