Ceretta all’inguine: ad ognuno la sua

Uno dei trattamenti estetici più richiesti dalle donne e al contempo uno dei meno piacevoli è la ceretta all’inguine.

Richiestissima soprattutto nel periodo estivo, ha il comfort di lasciare la zona interessata liscia e delicata per molto tempo.

Altri metodi di depilazione, invece, come il rasoio, hanno una durata pressocché breve e possono generare irritazioni più facilmente.

Tipi di ceretta all’inguine

Molte sono le tipologie di ceretta inguinale, da scegliere in base alle proprie esigenze:

  1. Bikini: rimuove i peli solo nella zona appunto bikini con l’effetto di sgambatura media. I restanti peli vengono tagliati, ma non rimossi completamente, con una forbicina per dare un aspetto più curato;
  2. Americana: che elimina i peli nella zona inguinale, ad eccezione du un triangolo sulla parte centrale;
  3. Moicana: ha lo stesso effetto della ceretta americana, ma lascia un triangolo più sottile per un effetto più sgambato;
  4. Brasiliana, detta anche ceretta di Hollywood: rimuove tutti i peli della zona inguinale e dei glutei.

Oltre a queste tipologie di ceretta inguinale, ne esiste una variante più simpatica, detta la ceretta French Wax o Playboy Wax, che rimuove tutti i peli ad eccezione di una striscia di 1 o 2 centimetri al centro.

Puoi trasformare i peli in qualsiasi figura ti piaccia: un cuoricino, un triangolo capovolto, una semplice striscia rettangolare. Sbizzarrisciti!

Metodi di depilazione

Il metodo di depilazione dipende dal centro estetico che scegli.

Alcuni saloni scelgono di eseguire il trattamento con strisce depilatorie, altri usano la cera a caldo: sta a te decidere quale preferisci.

Tuttavia, la cera a caldo è meno dolorosa perché si applica direttamente sulla pelle, si asciuga in pochi secondi e, una volta indurita, viene tirata come una normale striscia. In questo modo, fa meno attrito sulla pelle, il che contribuisce ad evitare rossori, irritazioni e screpolature.

Inoltre, in base al tipo di ceretta che scegli, potrebbe esserti fornito uno slip.

La ceretta all’inguine fa male?

Sicuramente non è proprio piacevole e molto dipende dal tipo di ceretta che vuoi fare. In ogni caso, l’estetista saprà metterti a tuo agio e farti assumere le giuste posizioni sia per effettuare una corretta rimozione dei peli sia per farvi sentire meno dolore.

Tuttavia, il dolore è molto soggettivo, quindi dipende da quanto alta o bassa hai la soglia del dolore. Se, infatti, hai una soglia del dolore bassa, è consigliabile non radersi con il rasoio prima del trattamento e tenere la zona molto idrata.

In ogni caso, il dolore dello strappo dura pochi secondi e il tratttamento, essendo la zona inguinale piccola, durerà al massimo una ventina di minuti.

Alcune ore dopo il trattamento è normale vedere la zona arrossata, sentirla calda e irritata: questi effetti dureranno solo 24 ore, dopodiché rimarrai liscia e morbida per le successive tre/quattro settimane.

Indossando degli indumenti di cotone e comodi ed evitando un’attività fisica intensa non alimenterete l’intensificarsi dell’irritazione.

Chi prova la ceretta non torna più indietro: il dolore e i fastidi passano in secondo piano.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • chat
    Aggiungi un commento

    Social Media

    Altre news

    Non perderti nulla

    Iscriviti alla nostra Newsletter

    Notizie, aggiornamenti e tanti strumenti utili per la tua Azienda.

    On Key

    Related Posts

    Ceretta all’inguine: ad ognuno la sua

    Uno dei trattamenti estetici più richiesti dalle donne e al contempo uno dei meno piacevoli è la ceretta all’inguine. Richiestissima soprattutto nel periodo estivo, ha