Acqua essenziale: benefici, controindicazioni e falsi miti

L’acqua essenziale, comunemente conosciuta come Fonte Essenziale delle Terme di Boario, è un’acqua termale ricchissima di sali minerali e povera di sodio.

Per questo ha delle proprietà benefiche su fegato e intestino rilevabili già dopo 3-4 giorni dall’assunzione.

Acqua essenziale: dose consigliata

Bisogna berne un bicchiere al mattino a digiuno, circa 20 minuti prima di fare colazione, e uno la sera: questa la dose consigliata.

Non bisogna sostituire l’assunzione di acqua minerale con l’acqua essenziale, ma semplicemente associare la dose consigliata di acqua essenziale all’assunzione quotidiana di acqua minerale.

Benefici dell’acqua essenziale

La sua composizione la rende un’acqua dalle proprietà detossinanti, che contribuiscono a depurare tutto l’organismo.

In particolare purifica il fegato e aiuta l’intestino ad evacuare con più frequenza e regolarità, rappresentando dunque una buona arma contro la stitichezza.

Agendo sulla stitichezza, anche il fastidio del meteorismo subirà una battuta d’arresto: le proprietà benefiche di quest’acqua, infatti, agiscono sui gas intestinali favorendone l’espulsione.

In questo modo, il gonfiore addominale e il senso di pesantezza associati a stitichezza e meteorismo subiranno una netta diminuzione.

Anche il metabolismo verrà influenzato dalle proprietà benefiche dell’acqua essenziale.

Controindicazioni

Non ci sono particolari controindicazioni per l’assunzione dell’acqua essenziale, anche se l’eccessiva presenza di sali minerali a lungo andare potrebbe avere conseguenze negative sull’organismo.

Data la sua composizione, al gusto appare corposa. Inoltre, presenta un residuo fisso molto alto – ovvero la quantità di sali minerali discolti nell’acqua – , pari a 2400 mg/l.

Il residuo fisso è la quantità di sali minerali disciolti nell’acqua. Per definire un’acqua potabile, il valore del residuo fisso non deve superare i 1,500 mg/l, limite che se superato potrebbe avere effetti collaterali sull’organismo quali l’accumulo di tessuti dell’organismo.

Questo potrebbe influenzare negativamente chi soffre di cellulite.

Per questo motivo è indicata per periodi non prolungati e per uso terapeutico. Ed è consigliato fortemente il rispetto della dose consigliata.

È sconsigliata, inoltre, in presenza di particoli patologie come i calcoli renali, diabete, cardiopatia, patologie endocrinologiche e disturbi della digestione come il reflusso gastroesofageo.

Falsi miti

Sebbene l’acqua essenziale abbia benefici su tutto l’organismo sin dai primi giorni dopo l’assunzione, il dimagrimento non è tra questi.

O meglio, se l’assunzione di acqua essenziale è integrata da una dieta sana e da una regolare attività fisica, contribuisce alla perdita di peso in quanto stimola il metabolismo e favorisce l’evacuazione dell’intestino.

Insomma, non illudetevi di dimagrire bevendo solo acqua essenziale.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • chat
    Aggiungi un commento

    Social Media

    Altre news

    Non perderti nulla

    Iscriviti alla nostra Newsletter

    Notizie, aggiornamenti e tanti strumenti utili per la tua Azienda.

    On Key

    Related Posts

    Ceretta all’inguine: ad ognuno la sua

    Uno dei trattamenti estetici più richiesti dalle donne e al contempo uno dei meno piacevoli è la ceretta all’inguine. Richiestissima soprattutto nel periodo estivo, ha